domenica 30 agosto 2015

Tre di Fiori nelle Sibille: il Viaggio.

La carta del Viaggio è indice di grande sicurezza e mobilità. Accanto a carte indicanti spensieratezza e allegria significa viaggio o gita di piacere, accanto a carte relative gli affari ed il lavoro, viaggi ad interesse economico o, appunto, di lavoro.
L'immagine che è raffigurata sulla carta è quella di un uomo nobile e generoso, che monta in sella a un cavallo dal passo maestoso ed elegante. Questo splendido animale rappresenta le nostre grandi emozioni e i nostri successi; esso è stato addomesticato con lo scopo di utilizzarlo per gli spostamenti e per effettuare delle comunicazioni. Un altro simbolo, quello del castello, è presente su questa carta: un tempo le sue mura solide e robuste avevano lo scopo di proteggere le corti e gli abitanti che erano al loro interno e per la costruzione delle stesse era necessario molto tempo e impegno. Cosicché si può leggere nella carta una similitudine: al fine di ottenere buoni risultati, ci vuole tempo, costante impegno, ma dopo vari tentativi ciò che ci si è preposto si realizzerà. Un’altra nota sulla carta la vorrei fare in riferimento alla questione "tempo". Il sentiero (si intravede) che vedete alle spalle dell’uomo, è un sentiero che egli ha già percorso, ciò (simbolicamente) sta proprio a significare le esperienze da noi vissute recentemente o cmq la sfera passata. Quindi può indicare proprio tutto quello che è stato fatto o vissuto e che ha portato fino ad ora (il personaggio in primo piano).Viaggi, spostamenti piacevoli, avanzamento e vittoria sulle difficoltà e sui nemici, ricchezza e successo ottenuto grazie alla propria volontà, alla determinazione ed alla pazienza.
 Nel responso singolo la carta risulta tendenzialmente neutra (per cui occorre scegliere un’altra carta), anche se la sua uscita può far pensare alla possibilità di cambiamenti o trasformazioni, indipendenti dalla volontà o dalle scelte del soggetto.

  Al diritto un inizio caratterizzato da molta sicurezza e determinazione, garantisce una felice evoluzione della situazione. La carta al diritto ci conduce al successo di tutto ciò che stiamo per intraprendere.Gli argomenti che sono parte del Viaggio sono riferiti alla comunicazione: telefonate, lettere, notizie da dare e ricevere la cui argomentazione è specificata dalle carte vicine (affetto, lavoro, finanze, salute, ecc). Un consiglio da seguire intrinseco alla carta è di agire con calma, al fine di raggiungere lo scopo prefissato, seguendo il famoso proverbio "Chi va piano, va sano e va lontano". Offerte di aiuto,cambiamenti e realizzazioni di tipo personale, fondamentali per il consultante faranno la loro comparsa nell'arco di 3 mesi. Traslochi, viaggi, nuovi rapporti di amicizia e amore, tutte situazioni che si potranno verificare in questo periodo.

  Al rovescio  è indice del termine di un'azione. Sfortuna, offerte di aiuto molto sinistre e con un secondo fine, inganno, disgrazie in arrivo, avvenimenti che faranno sentire il consultante privo di forze e di stimoli per il compimento di qualsiasi impegno. Attenzione alla duplice interpretazione della carta infatti, alla presenza di ostacoli, questa carta agisce come toccasana: viceversa in una situazione di perfezione, l'azione della carta è veicolo di difficoltà. Il Viaggio porta con sé tradimento, inganni, truffe, incomunicabilità, fallimenti in ogni campo, licenziamenti, pensionamento, momenti di insicurezza e disperazione.


Pasta e ceci.

E' una pietanza molto semplice, ma ricca; ho usato i ceci precotti e in scatola includendo anche il liquido lasciato all'interno della stessa.
Da gustare soprattutto nelle prime sere autunnali.

Ingredienti:
ceci
cipolle
pasta corta (io ho usato i ditalini)
olio
sale fino e grosso.

Procedimento.
Fate bollire l'acqua e salate con sale grosso versandovi la pasta.
Intanto in padella fate rosolare nell'olio la cipolla tagliata finemente e aggiungete i ceci in scatola con la loro acqua rilasciata dalla cottura.
Fate cuocere per una decina di minuti. A fine cottura aggiungete la pasta scolata. Conservate dell'acqua di cottura qualora potesse esser utile per la consistenza del sugo.
Il convento della Chiesa di San Lorenzo augura buon appetito e Vi aspetta per la prossima ricetta!





sabato 29 agosto 2015

Due di Fiori nelle Sibille: la Superbia.

La Superbia rappresenta un eccesso nell’espressione dell’orgoglio, della superiorità che si trasforma in disprezzo per il prossimo e distaccamento a causa della timidezza e dell’introversione. Può trattarsi in alcuni casi di una semplice e sana forma di ambizione, gratificazioni di un certo rilievo, successi effimeri o inaspettati che tuttavia comportano rischi e sorprese da non sottovalutare!
Questa carta è simboleggiata da un pavone che è indice di lussuria e vanità. Il consultante in questo caso dà molto più peso all’esteriorità, al confronto delle qualità interiori delle persone. Il fatto che ci sia rappresentato un muro dietro sta a significare la chiusura vera e propria della persona nei confronti delle altre persone o di certe situazioni.



  Al diritto se le carte che affiancano la Superbia hanno valore positivo, la carta annuncia qualcosa di gioioso, splendido, buone novelle (notizie), l’effettuazione di viaggi e spostamenti benefici e felici. La carta inoltre porta nuovi incontri (anche in amore). Un problema, infine, troverà un’inaspettata e miracolosa soluzione. Nel campo lavorativo è in vista una nuova promozione. Quando le carte affiancate sono di valore per lo più negativo, le previsioni non sono per niente buone, in quanto sono previsti problemi e turbamenti, situazioni inquiete e indecise di varia natura che impediscono di costruire qualcosa o di decidere su ogni dilemma. A causa sel valore di avvertimento, col comparire di questa carta, è consigliabile totale prudenza, cambiando atteggiamento nel saper ammettere errori, limiti, lasciandosi alle spalle vanità e orgoglio poiché ogni problema sarà facilmente risolvibile.

  Al rovescio preannuncia una rumana di negatività, prevede solitudine, dispiacere, desolazione a causa di eccessiva vanità. Immediatamente si è colpiti da dissapori, litigi e discussioni di grave entità. Non si esclude l’avvento di sorprese negative di situazione spaventose da parte di un conoscente. Ci sarà il coinvolgimento in una relazione misteriosa, in strani eventi, possibilmente causati da atti magici che influenzano sfavorevolmente il futuro del consultante; caratterizzato da grandi rivalità, da divorzi, da separazioni. Egli è invitato ad agire correttamente con sé stesso e col prossimo per evitare tutto ciò e non incorrere nella rottura dell’armonia generale.



I SIGNIFICATI DELL'ESPERIENZA: se le carte che seguono sono negative, amplifica il significato negativo, se le carte che seguono sono positive amplifica il significa positivo garantendo successo e annullando i cattivi presagi .


Aforisma di Cesare Pavese sulla debolezza umana.

Il giorno in cui potrai mostrare la tua debolezza senza essere dominato, soggiogato o sfruttato...sarai veramente amato!

Frittata con le punte dei porri.

Anzichè scartare le punte verdi e dure dei porri, lavatele bene e usatele per una ottima frittata da servire come antipasto tagliata a quadrettoni o come secondo nutriente e gustoso!

Ingredienti:
le punte dei porri
4 uova 
sale fino
parmigiano grattuggiato
acqua minerale frizzante e fredda.


Procedimento.
Lavate bene le punte dei porri, sotttili e lunghe; tagliatele a striscioline sottilissime e per il verso più corto versandole in un recipiente dove avrete sbattuto le quattro uova, il formaggio grattuggiato, sale e dell'acqua frizzante fredda...la stessa usanza che si adotta per le crepe!
Versate l'intero composto in una teglia da forno con carta da forno ivi adagiata e quindi senza olio.
Infornate a 180 gradi per 20 minuti circa e buon appetito!
Il convento della Chiesa di San Lorenzo Vi aspetta per la prossima ricetta!

venerdì 28 agosto 2015

giovedì 27 agosto 2015

Due di Fiori nelle Sibille: la Superbia.

La Superbia rappresenta un eccesso nell’espressione dell’orgoglio, della superiorità che si trasforma in disprezzo per il prossimo e distaccamento a causa della timidezza e dell’introversione. Può trattarsi in alcuni casi di una semplice e sana forma di ambizione, gratificazioni di un certo rilievo, successi effimeri o inaspettati che tuttavia comportano rischi e sorprese da non sottovalutare!
Questa carta è simboleggiata da un pavone che è indice di lussuria e vanità. Il consultante in questo caso dà molto più peso all’esteriorità, al confronto delle qualità interiori delle persone. Il fatto che ci sia rappresentato un muro dietro sta a significare la chiusura vera e propria della persona nei confronti delle altre persone o di certe situazioni.

Ed, infine, IL CONSIGLIO DELLA CARTA Ridimensiona le pretese e impara ad accontentarti di ciò che possiedi, hai tutti i numeri per essere felice.

 Al diritto se le carte che affiancano la Superbia hanno valore positivo, la carta annuncia qualcosa di gioioso, splendido, buone novelle (notizie), l’effettuazione di viaggi e spostamenti benefici e felici. La carta inoltre porta nuovi incontri (anche in amore). Un problema, infine, troverà un’inaspettata e miracolosa soluzione. Nel campo lavorativo è in vista una nuova promozione. Quando le carte affiancate sono di valore per lo più negativo, le previsioni non sono per niente buone, in quanto sono previsti problemi e turbamenti, situazioni inquiete e indecise di varia natura che impediscono di costruire qualcosa o di decidere su ogni dilemma. A causa sel valore di avvertimento, col comparire di questa carta, è consigliabile totale prudenza, cambiando atteggiamento nel saper ammettere errori, limiti, lasciandosi alle spalle vanità e orgoglio poiché ogni problema sarà facilmente risolvibile.

Nel responso singolo, non è possibile considerare la carta in termini favorevoli. Il consiglio che ne consegue è necessariamente improntato ad una maggiore umiltà, estrema prudenza e drastico ridimensionamento del proprio comportamento.
 
  Al rovescio preannuncia una rumana di negatività, prevede solitudine, dispiacere, desolazione a causa di eccessiva vanità. Immediatamente si è colpiti da dissapori, litigi e discussioni di grave entità. Non si esclude l’avvento di sorprese negative di situazione spaventose da parte di un conoscente. Ci sarà il coinvolgimento in una relazione misteriosa, in strani eventi, possibilmente causati da atti magici che influenzano sfavorevolmente il futuro del consultante; caratterizzato da grandi rivalità, da divorzi, da separazioni. Egli è invitato ad agire correttamente con sé stesso e col prossimo per evitare tutto ciò e non incorrere nella rottura dell’armonia generale.


 

Coniglio arrosto in salsa dorata.

Il coniglio arrosto in salsa dorata (per via del colore che assume la salsa) è una pietanza medioevale, ma che può essere scambiato per un piatto contemporaneo! Colore e sapori assicurati, anche per i palati più esigenti! La ricetta si adatta anche per la carne di capretto e agnello.
La ricetta originale prevede l'uso dello zafferano e del brodo di manzo; ingredienti che io ho sostituito con curry e vino bianco.

Ingredienti:
coniglio a pezzi
pancetta a dadini
aglio
olio
2 rossi d'uovo
1 limone spremuto
curry
sale
acqua
vino bianco.

Procedimento.
In una teglia ponete i pezzi di coniglio, la pancetta a cubetti, almeno due spicchi di aglio, irorate di olio e massaggiate la carne con le mani affinchè gli aromi penetrino.

A parte sbattete due tuorli d'uovo, sale e un limone spremuto e aggiungeteli alla teglia con una spolverata di curry e bagnando col vino bianco.
Ricoprite la teglia con della carta stagnola in modo da evitare che la carne si secchi.

Infornate a 180 gradi per un'ora avendo cura di girare la carne senza bucarla e aggiungendo del vino bianco se necessario. Proseguite la cottura sempre a 180 gradi e per altri 40 minuti ma bagnando con acqua.
La cottura è lunga, in totale il mio forno ha richiesto un'ora e quaranta minuti.
Il convento della Chiesa di San Lorenzo augura buon appetito aspettandoVi per la prossima ricetta!

mercoledì 26 agosto 2015

Amiamo gli animali! Guai a chi li abbandona!

Il cane e' quella cosa che sta a meta' tra il bambino e l'angelo-diceva il principe Antonio De Curtis, in arte Toto'!

La porrata nera (pietanza medioevale).

Ecco a Voi una minestra che usavano preparare nel medioevo, ingredienti poveri e pochi e di facile e veloce preparazione.

Ingredienti:
bietole
acqua
sale
pancetta affumicata a dadini.

Preparazione.
Lavate bene le bietole, tagliatele a striscioline eliminando la venatura spessa di colore bianco in modo da utilizzare solo le foglie verdi. Fatele bollire in una pentola dai bordi alti per dieci minuti.

Scolatele e, nella stessa pentola ponete le bietole sbollentate, olio e pancetta a dadini. Proseguite nella cottura per 15 minuti circa salando.

Servite calda e con crostini di pane.
Il convento della Chiesa di San Lorenzo augura buon appetito aspettandoVi per la prossima ricetta!

Asso di Fiori nelle Sibille: l'Imeneo.

L'Imeneo è una carta che rappresenta positività generale ed è caratterizzata da importanti avvenimenti.
La presenza dell’anello nella figura è indice di un’unione duratura,
unione, amore, felicità affettiva; mentre il fuoco è indice invece di abbondanza negli affari e grande passione sentimentale che va però sfruttata al fine di ottenere risultati positivi.

Al diritto  Indice di cambiamenti importanti e decisivi relativi alla vita del consultante e alla cerchia familiare. Notizie, spostamenti, stipulazioni di contratti, realizzazione di un progetto in ambiente sentimentale, finanziario ed economico, una natività, instaurazione di rapporti in generale soddisfacenti e armoniosi. Il momento propizio agevola l’intraprendere di cose nuove.
 

Al rovescio Espressione di avvenimenti e situazioni poco piacevoli, la carta al rovescio è caratterizzata dal fallimento, crolli, errori passati che tornano influenzando negativamente il presente. Abbandono, crisi fisiche e morali che sfociano in uno stato di totale depressione, problemi sessuali, falsità nei rapporti di amicizia colmi di invidia e gelosia, incomunicabilità.
Tutti questi spiacevoli avvenimenti ricadranno sul consultante rendendolo incerto sul da farsi e sul suo futuro.

DETTAGLI FINALI: In un responso singolo è comunque una carta nettamente positiva e propizia



IL CONSIGLIO DELLA CARTA: Concentrati sul primo passo su quello che costa e conta.

martedì 25 agosto 2015

Il Re di Quadri nelle Sibille: il Mercante.

Il Mercante rappresenta un personaggio di età avanzata, che gode di stima e occupa una notevole posizione sociale. Egli simboleggia il denaro, l'istinto verso affari azzeccatissimi, la ricchezza e l'abbondanza. La carta fa riferimento a ogni cosa che si evolve, che progredisce e segna il destino finanziario del consultante. "Persona infida", più adatta al rovescio della carta. Solitamente abbinata a un uomo d'affari con potere e richezza, molto legato alla materialità ma, nel complesso, positivo. Affari, occasioni e unioni vantaggiose ma anche mediazione od il mediare.


 

  Al diritto la carta allude a vantaggiosi affari, all'aumento di guadagni, a proficui investimenti, ad un matrimonio con un uomo ricco e più anziano della consultante capace di gestire le sue ricchezze in modo coerente. La figura può rappresentare un uomo leale, onesto, amante della vita di società che potrà offrire nuove possibilità lavorative al consultante e vantaggiose opportunità in ambito economico. Vincite, fortuna, guadagni sono in arrivo. Buoni propositi giungono via telefono.

  Al rovescio il consultante resta coinvolto in rapporti con una persona di natura violenta, tiranno e infido. Ci si troverà di fronte a voltafaccia, tradimenti, inganni e imbrogli con origini inattese. Fatti molto spiacevoli agiranno sulla figura del consultante, il quale ha a che fare con persone senza alcuno scrupolo, che non si pongono limitazioni nel loro agire, al fine di raggiungere il proprio scopo.



 

Ed, infine, IL CONSIGLIO DELLA CARTA: impara a dare il giusto valore alle cose e a te stesso: non svendere il tuo tempo e la tua energia.

Risotto alla curcuma.

Un risotto giallo zafferano, ma molto più economico dato il prezzo conveniente della curcuma
e profumo e sapore assicurati!
Per cuocere il riso sono solita usare il burro ad inizio cottura per insaporire.
Alcuni sono soliti a fine cottura aggiungere una sottiletta da far fondere per legare maggiormente.

Ingredienti:
risotto
cipolla
olio
burro
curcuma
dado vegetale
acqua
vino bianco
sale fino.

Procedimento.
In una padella dai bordi alti versare il riso (due manciate a testa), la cipolla tagliata a fettine sottili, olio, 20 gr di burro circa (per dare sapore!) e fate soffriggere avendo cura di non far bruciare riso e cipolla.
Poi sfumate con il vino bianco
e aggiungete la curcuma.
Ricoprire infine con acqua metà padella e uno o due misurini di dado vegetale in granuli o un dado vegetale intero.
Far cuocere a fuoco medio fino ad assorbimento di tutta l'acqua, dovrebbero decorrere circa 20 minuti.
Il Vostro riso giallo ocra è pronto e il convento della Chiesa di San Lorenzo augura buon appetito e aspettandoVi per la prossima ricetta!



lunedì 24 agosto 2015

La Regina di Quadri nelle Sibille: la Donna maritata.

L'immagine che la carta offre è quella di una donna dallo sguardo dolce, che accudisce i suoi due bimbi con un protettivo e sincero caldo abbraccio. Armonia, stabilità, sicurezza, protezione, appoggio benefico di una donna, tutte cose che la carta lascia trasparire, a discapito della didascalia. Allude solitamente ad una giovane madre. Armonia, stabilità e sicurezza grazie a una donna. Il consultante deve porre fiducia in una donna vicina perchè capace di dare consigli sensati.

Al diritto carta rappresentata da una donna generosa, influente, intelligente, amante della buona vita, sicura di sé, riflessiva, che aiuterà il consultante nella realizzazione dei suoi progetti. Aumento delle proprie risorse, doni, regali, proposte lavorative, affari fruttuosi, prosperità materiale e tranquillità familiare, felicità e armonia, sentimenti corrisposti con passione e ottima intesa sessuale, tutto fa parte delle caratteristiche della lettura al diritto.

  Al rovescio  la carta rappresentata da una donna "perfida" e "gelosa", maligna che ama usare le proprie doti per recare danno agli altri. Pettegolezzi, segreti che diventano ricatti, minacce, liti, tradimenti sono in agguato per il consultante. Un'inaffidabile "amica", che ha interessi malefici nello sfruttare il consultante (in amore, economia, su progetti e idee), il quale verrà tradito da una donna cattiva e piena di risentimento, che con i suoi modi riuscirà a raggiungere quello che vuole. La carta è foriera di notizie sconfortanti, informazioni illusorie, anonime di tipo finanziario, che presagisce una cattiva gestione economica, anche a causa di truffe e furti. In ambiente sentimentale indica un tradimento scoperto, un' infedeltà che porta tensione, liti e rottura
.

 
Il consultante è indotto a riflettere maggiormente sul proprio futuro per evitare azioni poco oneste che lo possono mettere nei guai. Sono in atto maldicenze e pratiche magiche, fatte da una donna, la quale può rappresentare una prostituta, vizi sessuali, orge, relazioni prive di sentimento.




Finalborgo (SV) adornata per la festa medievale!








Toast al forno.

Avevo in dispensa pane per toast, pomodori, sottilette e prosciutto cotto...ho cosi' ideato questo piatto semplice e gustoso per grandi e piccini!

Ingredienti:
pane per toast
olio
pomodori
origano
prosciutto cotto
sottilette.

Procedimento.
In una teglia da forno rettangolare disponete a strati il pane per toast (cercate di schiacciarlo leggermente con la mano), irrorate ciascuna fetta con olio, proseguite con le fettine di pomodoro, origano, fettine di prosciutto cotto e ricoprire con le sottilette.
Infornate a 180 gradi per 10 minuti circa, tenete d'occhio il formaggio affinche' non si bruci!

Servite come se fosse una lasagna e buon appetito!
Il convento della Chiesa di San Lorenzo Vi aspetta per la prossima ricetta!


domenica 23 agosto 2015

Amare gli animali!


Il Fante di Quadri nelle Sibille: il Messaggiero.

La carta raffigura un uomo giovane vestito da postino, un messaggero pronto a usufruire delle proprie capacità e dei modi gentili e affabili. Il messaggero annuncia l'arrivo imminente di posta, corrispondenza, telegrammi o documenti positivi o negativi (a seconda delle carte vicine), cambiamenti, avvenimenti inattesi, novità, arrivo di ospiti e visite. Il giovane  percorre una strada portando una novità, una notizia. Il significato, quindi, è duplice: un ragazzo su cui fare affidamento che può anche arrivare da lontano con notizie oppure azione, energia, notizie concernenti affari e lavoro.   .

 

  Al diritto  fa riferimento all'arrivo di notizie (telefonate, fax, raccomandate, lettere, telegrammi) o a novità con lontane origini, oggetto di grandi soddisfazioni. Documenti, contratti, permessi accordati, affari promettenti, tutto ciò fa parte di un momento evolutivo al quale si va incontro con questa carta. Il consultante vivrà un periodo fertile e grazie alla propria ferrea volontà riuscirà in tutto quello che desidera. Il messaggero annuncia l'arrivo di un ospite, la vicinanza di una persona che impersona una guida, un maestro che offra un contributo importante al consultante. Doni, progresso, evoluzioni di idee e successo, promettenti iniziative per il futuro, destrezza, tutti mattoni che fanno parte del muro della vita e che assicurano a piccoli passi una sicurezza finanziaria.

Al rovescio  il Messaggero rispecchia un individuo pigro, superficiale, svogliato, senza interessi e senza alcuna voglia di impegnarsi lealmente e onestamente in un progetto. Può rappresentare un nemico, un rivale, un ribelle abile a ingannare il prossimo, un libertino, un farfallone, un bugiardo, un giovane marito, il fidanzato, l'amante o un infedele amico, uno sfruttatore, un egoiesta. In pratica la carta è indice di bocciature, licenziamenti, critiche, di un futuro incerto e nebuloso, di problemi finanziari, spreco disordinato di denaro, vizi distruttivi (droga, alcoolismo, prostituzione).


 

Pansotti al sugo di arrosto.

Con il sugo dello spezzatino arrosto, di cui vi ho dato la ricetta qualche giorno or sono, ho condito i pansotti liguri! 
I pansotti o pansoti sono una specialità ligure di facile preparazione per chi ha manualita' nel realizzare la pasta in casa...diversamente possono essere una buona base di partenza per imparare...oppure comprateli in gastronomia! 

Ingredienti per il ripieno:
bietole
uovo
ricotta
parmigiano grattugiato
sale
noce moscata.
In realtà, al posto delle bietole o della zucca, la tradizione vuole erbe selvatiche che si trovano lungo le coste liguri (radicchio selvatico, tarassaco, prezzemolo, pimpinella e bietola selvatica) il cui insieme viene chiamato "preboggion".

Ingredienti per la pasta per sei persone:
450 gr   farina
un bicchiere di vino bianco secco
sale
1 uovo
acqua.

Le verdure vanno accuratamente lavate, lessate in acqua bollente, asciugate e tagliate il piu' finemente possibile. Unite ad esse la ricotta, l'uovo, il parmigiano grattugiato e la noce moscata.

Per la pasta unite gli ingredienti e impastate aggiungendovi l'acqua per rendere l'impasto liscio e compatto. Stendetelo col mattarello preparando una sfoglia di 3 mm, che farete riposare dopo averla coperta.

sabato 22 agosto 2015

Al tramonto...


Rashid.





Questa favola e' tratta dall'opera "Leggende del Nord Africa" a cura di Alberto Arecchi e illustrazioni di Davide Danti, Edizioni dell'Arco.
"Fortis fortuna adiuvat"- dicevano gli antichi latini! 
Se ti lasci andare in preda alla depressione per le avversita'  chiudendoti al mondo, sprofonderai in un baratro infernale fatto di solitudine e tristezza. Pertanto quando ti trovi nei guai, quando ti senti afflitto e "pensi che sia finita...e' proprio allora che comincia la salita" (-come dice la canzone di Antonello Venditti "Che fantastica storia e' la vita"-), una salita irta, dove anche il piu' piccolo passo e' sudato, ma e' impagabile arrivare fin sulla cima  e poter affermare con orgoglio "Ce l'ho fatta!"!!!
Sappi sempre guardare "il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto", con razionalita' e fermezza, asciuga le lacrime e inizia a lottare senza fermarti per conseguire il tuo obiettivo!
"Chi si ferma e' perduto" -diceva il principe Antonio De Curtis, in arte Toto'!

La Chiesa di San Lorenzo anche su Flickr!

La Chiesa di San Lorenzo da oggi si trova anche su Flickr col nome di "Chiesa di San Lorenzo" e con la solita immagine del profilo

Dieci di Quadri nelle Sibille: il Ladro.

La prima immagine di questa carta, a tutti ben chiara, è un uomo che entra in maniera sospetta in una casa, metafora che indica l'invadere una vita altrui per portare via tutto ciò che costui ha conquistato (denaro, oggetti preziosi, documenti, affetti, ecc...). Il Ladro è indice dell'arrivo di cambiamenti improvvisi, che portano alla miseria, a perdite, vuoto interiore, sensi di colpa. La carta come lascia intendere il personaggio raffigurato nell'atto di introdursi in una stanza attraverso una finestra, furtivamente. Per questo molto spesso lo interpreto come "l'intromissione" da parte di persone esterne in un rapporto (economico o sentimentale che sia). Inganno, tradimento, falsità, gravi danni creati da una persona estranea. 
 
 

  Al diritto il significato è riferito a un furto, una rapina, un inganno, una truffa, un tradimento da parte di persone invidiose che fanno parte della famiglia o sono amici del consultante, il quale invece ripone piena fiducia in loro. Il Ladro rappresenta prudenza e cautela; si consiglia di provvedere alla propria sicurezza, ai propri beni, affetti, segreti, idee per non andare incontro a sorprese sgradite in futuro. La carta impersona un nemico, un rivale, un amico o un collaboratore inaffidabile; in senso materiale si identifica in una contesa eredità, problematiche familiari e di salute, visite sgradite, liti, incomprensioni e ingratitudine.

Al rovescio la carta annuncia disaccordi a causa di problemi finanziari, causati da un familiare o dallo stesso consultante. Per il gioco d'azzardo, sperpero di liquidi, spese impreviste, prestiti rischiosi, contratti e documenti ingannevoli (da analizzare a fondo prima di sottoscriverli), pettegolezzi, calunnie a danno della sua reputazione. Praticamente la carta rappresenta una disgrazia, un cambiamento sfavorevole e rovinoso, una difficile e insolvibile bega legale, la carcerazione, situazioni che vanno peggiorando, bugie, complotti, vizi e discussioni, licenziamenti, debiti. La famiglia, l'equilibrio del consultante sono messi in pericolo dal suo agire per ottenere facili guadagni grazie alla fortuna e a progetti illeciti. Sono in arrivo separazioni e rotture: "Chi la fa l'aspetti".


Pollo medioevale ai profumi e colori.

Si tratta di una ricetta medioevale da me rivisitata! La cucina medioevale era povera per gli ingredienti utilizzati, ma ricca per l'uso di spezie di tradizione araba proveniente dalla Sicilia per l'Italia e dalla Spagna per la Francia.
Da qui l'utilizzo di curry, paprika, cumino, coriandolo..., abbandonati poi nel 600'.
La ricetta originale prevede il lardo, che io ho sostituito con la pancetta affumicata a cubetti. Interessante la cottura con l'acqua. Gli altri ingredienti sono poveri, quali cipolle, aglio e pollo; ma la pietanza risulta sontuosa per il colore e il profumo grazie alle spezie del curry e della paprika!

Ingredienti:
pollo a pezzi
olio
aglio
cipolle
pancetta affumicata a cubetti
curry
paprika forte
sale fino
acqua.

Procedimento.
Disporre in una teglia da forno i pezzi di carne di pollo, l'olio, qualche spicchio di aglio, pancetta a dadini, cipolle tagliate a fettine sottili, sale, curry e paprika forte. Mescolare con le mani avendo cura di  far rapprendere alla carne tutti gli aromi.
Coprire la teglia con un foglio di carta di alluminio e infornare a 180 gradi per 40 minuti.
Questo tipo di cottura lascia morbida la carne facendo depositare al fondo i suoi  liquidi che la renderanno ancora piu' gustosa!
Proseguite poi la cottura in forno e sempre con la carta di alluminio, ma ricoprendo la teglia per metà di acqua.
Profumo, colori e sapore sono assicurati!
Il convento della Chiesa di San Lorenzo Vi augura buon appetito aspettandoVi  per la prossima ricetta!